logo
This is Photoshop's version of Lorem Ipsum. Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auctornisi elit consequat
Latest Posts
+387648592568
info@GOtravel.com
Top
 

Tappa 1

Tappa 1

per person

Mignano Monte Lungo

 

Il Top della Tappa
Castello “Ettore Fieramosca”: realizzato in tufo, presenta una notevole stratificazione architettonica, conseguenza della sua lunga storia.
Museo militare ai piedi di monte Lungo: raccoglie documenti e reperti della battaglia.
Sacrario militare: aperto nel 1951, vi riposano soldati caduti tra il 1943 e il 1945.
Porta Fratte: la famosa porta medievale che segnava l’ingresso nel feudo. Le sue rovine sono poste in un caratteristico quartiere storico ancora incontaminato

Peccati di gola

Turcinelli: Ciambelline rustiche fritte.
Cappone ripieno: Un piatto a base di cappone, un tipo di pollo, farcito con ingredienti deliziosi.
Pacche secche: Frutta secca.
Sanguenati: Budella ripiena di sangue di maiale e lardo

 

 

dalla stazione 11 minuti a piedi
dalla stazione al castello Fieramosca: 700 metri
  • Regione
  • Comuni attraversati
    Mignano Monte Lungo
  • Distanza
    dalla stazione al castello Fieramosca: 700 metri
  • Modalità
    a piedi, in bicicletta
  • Livello di difficoltà
    facile
  • Included
    Tappa 1
1
Mignano Monte Lungo - storia
La zona di Mignano era abitata dai Sidicini, popolazione italica dell’ Italia antica, come confermano numerosi rinvenimenti archeologici e poi scelta dagli Etruschi per fondarvi la città di Cesennia, il cui nome è forse da collegare a quello del vicino monte Cesina dal quale fin dall’ antichità veniva estratta la pietra pomice. Sotto il dominio romano Mignano conosce un periodo di grande splendore, e dopo la caduta dell’Impero, mentre si susseguono le dominazioni barbariche, saldi legami si intrecciarono fra le genti mignanesi e i monaci benedettini dell’Abbazia di Montecassino. In età imperiale venne costruito un ponte sul Rava che insieme a numerose iscrizioni e reperti archeologici rinvenuti nella zona, testimonia l’ importanza anche strategica del territorio. I Longobardi lo inclusero prima nel Ducato di Benevento e dal 776 al termine della loro dominazione nella contea di Capua. Nel 1193 Mignano divenne il campo di battaglia tra i Normanni e l’ esercito di papa Innocenzo II, che sconfitto fu condotto prigioniero nel Castello di Mignano per firmare la pace. Il feudo passò poi agli Svevi, agli Angioini per poi passare nel 1500 alla  signoria di Ettore Fieramosca, valorosissimo e fedele compagno d’armi dei regnanti di Aragona, ma soprattutto famosissimo eroe delle disfida di Barletta, nella quale tredici cavalieri italiani piegarono con il vigore delle armi la tracotanza e il disprezzo dei Francesi per il valore delle nostre genti. Facendo un salto nei secoli Mignano è al centro delle vicende storiche dell’ Italia durante la seconda guerra mondiale. Sulle colline brulle che circondano la cittadina casertana, dopo lo sfascio seguito all’8 settembre del 1943, il ricostituito esercito regolare italiano, questa volta al fianco degli Alleati, e insieme a brigate partigiane, affronta da solo le forze germaniche invincibilmente attestate sulle alture a sbarrare il passo alle forze che risalgono la penisola per completarne la liberazione. Lo scontro è impari. È quasi un massacro. Ma il tributo di sangue e di coraggio dei nostri soldati nella battaglia di Mignano Monte Lungo dall’ 8 al 16 dicembre del 1943 servirà a rifare l’Italia.Le file interminabili di croci bianche del Sacrario Militare che sorge sul luogo della battaglia sono un silenzioso, ma immenso, monumento alla pace.
2
Mignano Monte Lungo - i prodotti
Mignano Montelungo ha un  paesaggio, di notevole suggestione, ha un impianto vegetazionale vario ed una cospicua presenza di boschi e pascoli per ovini e bovini. I principali prodotti agricoli sono i cereali, l’olio, la frutta e l’ uva con la produzione di eccellenti vini Galluccio Doc, Roccamonfina IGT, Campania IGT grazie al terreno vulcanico e  fertile e l’ agricoltura insieme alla selvicoltura rappresentano un’ importante settore di reddito. Altamente consigliata la visita presso aziende della zona e la ricerca nei locali delle zona di antiche ricette la cui storia si può ascoltare anche dagli abitanti di Mignano custodi di tradizioni e ricette di una volta.
3
Mignano Monte Lungo - da vedere
Chiesa di Santa Maria Grande, eretta nel corso del secolo XVI° per volere della moglie del re di Capua. Ad essa si accede tramite una piccola gradinata. L'ingresso è unico e l'interno si presenta a navata unica con cappelle laterali. La navata centrale termina con un altare sormontato da un abside,  La Chiesa dell’ Addolorata a Campozillone che conserva una statua dell’ immacolata del XVIII sec.       Chiesa di Sant’ Andrea a Caspoli,  frazione del comune di Mignano Monte Lungo, collocata sull'antica via che va da Mignano a Galluccio.  La chiesa di Sant'Andrea conserva una pregevole statua lignea di Sant'Andrea e una quattrocentesca raffigurante Maria santissima di Caspoli o anche madonna delle grazie. Il Sacrario Militare di Mignano Montelungo sorge alle falde del Monte Lungo, uno tra i primi campi di battaglia lungo la Linea Gustav. Il Sacrario, inagurato nel 1951, custodisce le spoglie di 947 combattenti italiani caduti durante la liberazione del paese dal nazi-fascismo. Il Sacrario militare di Mignano Montelungo rappresenta in maniera emblematica l’incontro tra il sacrificio di una generazione e la dimensione di un territorio generoso, elementi cruciali della campagna di liberazione italiana ed europea dal nazi-fascismo. Il Sacrario infatti permane da un lato, quale simbolo degli scontri avvenuti tra le truppe Alleate e l’esercito tedesco presso il Monte Lungo, punto di incontro tra Campania, Lazio e Molise e, dall’altro quale luogo di memoria dei caduti dei reparti italiani impegnati nella campagna d’Italia Il Museo Militare  di Monte Lungo si trova di fronte al Sacrario militare. Esso ci invita a conoscere la storia più da vicino attravreso  raccolta di fotografie documentarie,i documenti ufficiali, armi e cimeli di guerra ed alucni che  raccontano storie personali, come il pupazzetto del Tenente Enrico Guerrera. Una cartina sintetizza la situazione italiana dopo l’Armistizio dell’8 Settembre 1943 e l’importanza delle azioni belliche che hanno interessato Mignano Monte Lungo e i paesi vicini fino a Montecassino. Medaglie ed onorificenze ricordano il contributo che i soldati italiani hanno offerto alla liberazione. Giovanissimi, con un’età compresa tra i 16 ed i 35 anni, privi di adeguato armamento ma non certo di coraggio, i soldati italiani figurano nelle foto con divise inglesi ed elmetti nazionali. L’esposizione dell’artiglieria italiana ed inglese e dei mezzi corazzati continua all’esterno del Museo nella zona Parco dell’ artiglieria. Porta Fratte, famosa porta medievale che segnava l'ingresso nel feudo.  Le sue rovine sono poste in un caratteristico quartiere storico ancora incontaminato e lasciano spazio all'immaginazione riportando il turista indietro di mille anni.
4
Mignano Monte Lungo - focus
IL CASTELLO DI ETTORE FIERAMOSCA , il suo centro storico e le frazioni Come non lasciarsi affascinare dall’ imponente Castello, sorto tra il X e XI secolo ( la prima testimonianza scritta risale al 1034)che è stato spesso baluardo di re e imperatori, da ciò derivano le sue peculiarità strutturali che ne fanno una fortezza difensiva strettamente integrata con il territorio in cui nasce. Nel corso dei secoli il monumento medievale è appartenuto a numerose famiglie nobiliari, fino a diventare parte del Regno delle Due Sicilie sotto il governo di Papa Innocenzo III e, successivamente, dell’Impero di Federico II di Svevia. Intorno al 1500 diviene la residenza di Ettore Fieramosca, abile condottiero alla guida dei cavalieri italiani che spalleggiano l’esercito spagnolo. Nel 1501 Ettore combatte valorosamente contro le truppe francesi che avevano occupato Mignano. Purtroppo però, durante una battaglia in Puglia, viene catturato da un drappello di francesi guidati da Mounsier de la Motte. Una visita al Castello fa immergere in antiche vicende e permette di conoscere attraverso la mostra permanente “Una finestra sul passato” a cura del Circolo Culturale “Porta Fratte” usi, costumi, società e storia di Mignano Monte Lungo Il castello è visitabile tutti i sabati e le domeniche dalle ore 16 alle ore 20:30. Ingresso gratuito
5
Mignano Monte Lungo - lo sapevi che
Alla “Corte di Ettore Fieramosca”, una bellissima festa medievale ispirata al passaggio del celebre condottiero che dopo la vittoria sui Francesi nel 1504, transito’ per i feudi locali. Una rievocazione storica che farà rivivere il Centro storico ed il Castello iniziando dal corteo in costume che partirà dalla suggestiva “Porta Fratte” dove si riuniscono le 10 contrade partecipanti che toccherà le vie del paese, in una colorata sfilata caratterizzata da gonfaloni, centinaia di figuranti in abiti nobili e popolari, affiancati dai maestri sbandieratori di Minturno. Nel Castello si svolgerà poi l’ atteso Torneo tra le Contrade con giochi a tema e la battaglia delle due Torri e altre gare per poi consegnare il trofeo alla contrada vincitrice. Un evento ricco si spettacoli, scoperta di antichi mestieri e assaggio di ricette tradizionali. L’evento si svolge una volta l’ anno generalmente in estate, ma basta seguire il sito del Comune o delle Pro Loco per essere informati su tutte le attività

TOUR LOCATION

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Cras sollicitudin, tellus vitae condimentum egestas, libero dolor auctor tellus, eu consectetur neque elit quis nunc. Cras elementum pretium est.

PROLOCO: Mignano Monte Lungo Aps 3339113368 Insieme per Mignano pagina fb Insieme per Mignano prolocomignano@libero.it 3335805770-3284163374 COMUNE: Piazza Don Pezzoli,5 – comunemignano@yahoo.it 0823 905523

SCRIVI UNA RECENSIONE

Alloggi
Cibo
Escursioni
Fonti
Panorama
Strade

Info utili

Ristoranti

I sapori del grano - panificio

piazza Croce
Mignano Monte Lungo

Alloggi

Jenny's House

via Casilina km 167
Presenzano

Assistenza sanitaria

Farmacia Polverino

via Casilina 157, tel. 0823 904228
Mignano Montelungo

Prodotti tipici

I sapori del grano - panificio 

piazza croce
Mignano Monte Lungo